Una piantagione di marijuana con 5mila piante scoperta nelle campagne tra Francavilla e Ceglie

FRANCAVILLA FONTANA – Un “raccolto” che avrebbe fruttato centinaia di migliaia di euro, ma prima che nelle mani della criminalità organizzata, è finito in quelle della Guardia di Finanza. I militari del Comando Provinciale di Brindisi hanno scoperto, abilmente occultata all’interno di una tenuta rurale nelle campagne tra Francavilla Fontana e Ceglie Messapica, una piantagione di marijuana costituita da circa 5.000 piante di varie altezze.

Le Fiamme Gialle hanno sequestrato, nel corso di una complessa e articolata attività di polizia giudiziaria diretta dalla Procura della Repubblica di Brindisi, l’intera coltivazione illegale nonché tutti i macchinari e gli attrezzi utilizzati per il trattamento, l’essiccazione e lo stoccaggio dello stupefacente.

Infatti, la maggior parte delle piante rinvenute erano state già espiantate e sistemate all’interno di un fabbricato di pertinenza della villa padronale, completamente attrezzato ed adibito a magazzino per l’essiccazione. La piantagione, che si estendeva per circa 2.000 metri all’interno della recinzione della casa rurale, era irrigata e completamente occultata all’esterno sia da reti ombreggianti sistemate sul muro di cinta sia da vegetazione spontanea che contribuiva a nascondere le piante di marijuana non ancora raccolte.

I due presunti responsabili, entrambi residenti a Francavilla, colti in flagranza al momento dell’intervento dei militari, sono stati tratti in arresto per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti aggravata dall’ingente quantità, e accompagnati in carcere.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*