Trepuzzi, investe un ragazzino e scappa: si costituisce in mattinata una 38enne

TREPUZZI – La svolta è arrivata in tarda mattinata: “Sono stata io a investire il ragazzo, ma non me ne sono accorta”. Una 38enne di Trepuzzi ha raggiunto nelle scorse ore la caserma dei Carabinieri accompagnata dal suo avvocato, Antonio Savoia. C’era lei alla guida dell’auto pirata che in serata ha investito un 15enne intento ad attraversare la strada, in via Surbo a Trepuzzi, ingranando poi la retromarcia e fuggendo via a velocità sostenuta imboccando una strada in divieto. I testimoni e le telecamere delle abitazioni della zona avevano consentito di risalire subito alla sua auto: una punto nera.La donna avrebbe avuto comunque le ore contate.

In mattinata anche il sindaco Giuseppe Taurino aveva rivolto un appello al pirata della strada, ancora ignoto: l’appello “a costituirsi al più presto, prima o poi le indagini lo individueranno. Per questo – aveva scritto su fb – un atto di ammissione eviterebbe di aggravare maggiormente la sua posizione”.

I carabinieri della locale stazione guidati dal luogotenente Giovanni Papadia avevano da subito disseminato posti di blocco in tutto il paese.

Ai militari la 38enne ha dichiarato di non essersi accorta di nulla e di aver scambiato il tonfo dell’investimento con quello dell’urto di uno specchietto. La patente di guida della donna è risultata scaduta e l’auto priva di assicurazione. Dovrà rispondere di tutto questo, oltre che di omissione di soccorso.

A soccorrere il ragazzino, riverso sull’asfalto e scansato dal suo investitore, sono stati i residenti della zona. Hanno allertato il 118 e il 15enne è stato trasportato al Fazzi per un trauma cranico. Dimesso nelle scorse ore, non ha riportato fratture ed è fortunatamente in buone condizioni di salute.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*