Tredici anni senza Sergio: ricordo indelebile

Sergio Vantaggiato

LECCE – Sono passati tredici lunghissimi anni da quel giorno in cui la notizia della morte di Sergio Vantaggiato squarciò la serenità dell’ambiente giornalistico locale e dell’intero Salento che aveva fatto innamorare con la sua pacatezza, compostezza, educazione, e con la voce imparziale con cui raccontava le vicende del suo Lecce per TeleRama.

Dopo due giorni in rianimazione presso l’ospedale Saint-Louis di Parigi si lasciò andare per non tornare più ma per rimanere per sempre tra di noi.

Vittima di uno scippo, il 12 agosto 2007, nei pressi della Torre Eiffel, nella metropolitana parigina, dove si trovava in vacanza con il fratello ed il figlio, cadde per terra battendo la testa mentre i due balordi si dileguarono. In quel momento si spense la luce per Sergio che comunque rimase appeso al filo della vita per due giorni che furono drammatici ma ricchi di speranza e di preghiera; il fato però aveva già deciso.

Sergio ha lasciato un vuoto incolmabile, aveva 41 anni, il dolore ancora oggi, per chi lo ha conosciuto, è lancinante ma anche muto e gonfia gli occhi di lacrime ad ogni singolo pensiero.

Oltre ad un professionista eccezionale era una persona fantastica, l’amico che tutti vorrebbero avere, l’amico che nessuno mai vorrebbe perdere.

Nella redazione di TeleRama è presente ovunque; Sergio è l’esempio da seguire ed il suo ricordo è inciso in ogni trasmissione sportiva, in ogni notizia, perché questo è il suo mondo e dal suo mondo, come ogni 14 agosto, lo vogliamo salutare con un semplice “Ciao” immaginando che ci guarda con la sua immancabile sigaretta e ci sorride, prima di partire per un lungo viaggio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*