Sgm, i sindacati chiedono incontro a Salvemini: “142 famiglie in difficoltà”

LECCE- In una lettera inviata al sindaco di Lecce Carlo Salvemini e all’amministratore Prefettizio di Sgm Luca Giordano, i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil trasporti e Faisa Cisal chiedono di essere urgentemente convocati per discutere della possibilità di controbilanciare/conciliare il danno economico subito dai lavoratori con gli interessi degli azionisti e/o della committenza.

“Ogni altra considerazione- dicono- fatta salva la oggettiva constatazione che, allo stato, a pagare la riduzione dei ricavi SGM sono solo i lavoratori, lascia il tempo che trova. Le competenze e le attribuzioni del Commissario prefettizio – continuano i sindacati rispondendo ad una lettera di Salvemini- ci sono ben chiare ma altrettanto chiare ci sono quelle dell’Assemblea dei Soci per le quali continuano ad avere efficacia le norme civilistiche di riferimento. Quelle che in questo momento stentiamo a comprendere sono le attribuzioni di un primo cittadino che riducendo il tutto ad una questione di ruoli, non sembra preoccuparsi dalla circostanza che 142 famiglie del proprio territorio vedranno ridotte le proprie entrate di una cifra tale da minarne pesantemente il proprio equilibrio finanziario”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*