Liverani: “Gli episodi non ci premiano, faccio fatica a raccontare la partita. Dobbiamo essere forti, io ci credo”

Fabio Liverani, allenatore del Lecce

GENOVA Il fondamentale scontro diretto va al Genoa che batte 2-1 il Lecce e si porta a più quattro sui giallorossi. Una sconfitta pesante, a quattro gare dalla fine della stagione, per le speranze salvezza dei salentini. A caldo, nel post match, queste le parole di un deluso, ma fiducioso, Fabio Liverani: “Faccio fatica a raccontare questa partita. Ho perso una gara impossibile. Abbiamo subito due mezzi tiri in porta giocando una gara di livello. Il 2-1 è arrivato mentre eravamo in controllo. Gli episodi non ci premiano. Sulla prestazione dei ragazzi, non ho nulla da dire. Oggi ho 29 punti, analizzo la gara di Cagliari, quella di oggi e ho un punto. Faccio fatica ad analizzare la gara odierna”.

AVANTI CON FORZA Il tecnico romano è molto deluso, ma fiducioso in vista delle prossime gare:

“Sul campo non ho vista molta differenza tra noi e il Genoa. Loro hanno fatto 150 su 100, noi 20 su quello che abbiamo creato. Se avessimo avuto 4 punti tra Cagliari e Genoa, non avremmo rubato nulla. Non posso rimproverare nulla, oggi, ai miei ragazzi. Hanno fatto una prestazione di personalità. Io ci credo. Qualcosa abbiamo concesso, loro avevano troppi giocatori di qualità, come Pandev e Sanabria, e purtroppo a una squadra come la nostra succede di fare degli errori. La salvezza? Le cose vanno conquistate.Se noi facciamo dai nove punti in su mettiamo in difficoltà le altre. Udinese e Torino su di noi, oggi, hanno un vantaggio abissale. Anche il Genoa ha un calendario difficile. La salvezza sembra un’utopia, ma io ci crederò fino all’ultimo secondo, credo nel calcio giocato e continuerò a farlo. Anche perché il calcio ci ha già raccontato, in passato, tante belle fiabe”.  

C.T.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*