Sport

Genoa-Lecce 2-1: sconfitta pesante per i salentini

GENOVA – Al Luigi Ferraris di Genova si affrontano Genoa e Lecce per la 34^ giornata del campionato di serie A.

Le due squadre danno vita ad una partita combattuta in cui accade di tutto e la sfortuna fa la sua parte per il Lecce che perde e si ritrova a meno 4 dal Genoa a sole 4 giornate dalla fine del torneo.

La sblocca Sanabria dopo 7 minuti e per i giallorossi è una partita tutta in salita.

Alla fine del primo tempo Mancosu sbaglia un calcio di rigore calciando la sfera malamente; nel secondo tempo però il capitano si riscatta e pareggia con un tiro cross. Entrambe le squadre cercano la vittoria ma al minuto 81 arriva l’episodio assurdo: Jagiello calcia, colpisce il palo ma la palla carambola sulla schiena di Gabriel e termina in rete.

Lecce in ginocchio e sono inutili i tentativi finali, dopo 4 minuti di recupero i giallorossi cadono nello sconforto. E adesso si fa veramente dura, sarà veramente difficile rimettersi in carreggiata.

Guai però a non provarci fino alla fine anche se la serie B adesso è veramente più vicina. Il post lockdown è stato devastante per gli uomini di Liverani che ha perso anche Babacar e bisogna valutare le condizioni di Farias che ha chiesto il cambio per un dolore alla coscia.

PRIMO TEMPO – Liverani sceglie Gabriel; Donati, Lucioni, Paz e Dell’Orco in difesa; Barak, Petriccione e capitan Mancosu a centrocampo; Saponara e Farias a supporto di Babacar, è un 4-3-2-1 che può trasformarsi in fase d’attacco in 4-3-1-2 con Farias che scende sul lato di Babacar.

Nicola cambia modulo, lascia in panchina Pinamonti e si mette quasi a specchio rispetto ai salentini con Perin tra i pali; Masiello, Romero, Zapata e Criscito in difesa; Lerager, Schöne e Sturaro in mezzo al campo; Pandev e Falque sulla trequarti dietro a Sanabria.

Arbitra il sig. Daniele Doveri.

Partono bene gli ospiti, con bei fraseggi e personalità cercano subito di fare la gara ma il Genoa con una veloce ripartenza trova la imbucata con Pandev al 2° che calcia ma Gabriel para subendo anche un fallo di Sanabria.

Al 4° contrasto in attacco tra Babacar e Zapata ma per l’arbitro va tutto bene ma sembra esserci un fallo sull’attaccante del Lecce.

Al minuto 7 si sblocca la gara: Pandev sfruttando un errore di Dell’Orco riceve la palla la gioca benissimo, serve Sanabria che finalizza battendo Gabriel: 1 a 0 per i grifoni.

Al minuto 11 Lecce pericoloso con Barak che di testa manca di poco la rete.

Al 14° si infortuna Sturaro, Nicola manda in campo Barreca.

Al 15° ammonito Lerager per un fallo su Petriccione.

I salentini sono nel match, giocano bene, palleggiano ma non riescono a rendersi veramente pericolosi.

Al 24° episodio dubbio: Barreca spallata a Saponara che va giù in area ma per l’arbitro non c’è nulla.

Al 31° problema muscolare per Babacar, pessima notizia per Liverani, al suo posto entra Lapadula.

Al 34° giallo per Petriccione per un fallo su Romero, era diffidato salterà la gara col Brescia.

Al 36° Zapata anticipa in angolo Lapadula, sugli sviluppi il Lecce prova uno schema ma non riesce e spazza il Genoa.

Al 39° Saponara mette un buon pallone per Farias che però non ci arriva.

Al 44° azione gol per il Lecce ma su Lapadula c’è l’uscita di Perin e l’attaccante va giù; proteste giallorosse e Doveri dopo aver ammonito Saponara è richiamato dalla sala video e concede il rigore.

Batte Mancosu e sbaglia ancora dopo l’errore della scorsa gara.

Doveri espelle il direttore sportivo del Lecce Mauro Meluso per proteste.

Termina dopo 6 minuti di recupero.

SECONDO TEMPO – Nicola rientra con un cambio in attacco Pinamonti al posto di Sanabria.

Al 47° Barak crossa per la testa di Lapadula in area ma impatta male.

Al 50° su un corner Barak colpisce di testa ma la sfera termina fuori.

Al 52° giallo per Lucioni per un fallo su Pandev.

Al 53° cambio per il Genoa: fuori Iago Falque dentro Jagiello. Nicola passa al 3-5-2.

Al 58° corner battuto da Saponara, stacca Barak palla di poco fuori.

Al 60° il Lecce pareggia, a metterla nel sacco è Mancosu con un tiro cross e riscatta l’errore del dischetto riaprendo la gara. Il centrocampista sardo si emoziona ed i suoi occhi si gonfiano .

Al 64° giallo per Romero per fallo su Barak.

Al 66° punizione di Schone, cerca la potenza ma trova l’imprecisione, sfera fuori.

Al 67° Lecce pericoloso: Donati la mette al centro dell’area e arriva Barak che al volo manda fuori.

Con il passare dei minuti affiora la stanchezza per entrambe le squadre che si allungano.

Al minuto 81 clamoroso gol del Genoa: Jagiello calcia da fuori, colpisce il palo, la sfera colpisce la schiena di Gabriel e finisce in porta.

Al minuto 83 fuori Petriccione dentro Falco nel Lecce.

Al minuto 85 Farias passa la palla a Barak che calcia alto sopra la traversa.

Al 90° doppio cambio per il Genoa: dentro Goldanica e Favilli, fuori Barreca e Pandev.

Il Lecce chiude in avanti, sono 4 i minuti di recupero.

Si fa male anche Farias nel Lecce.

Termina così ed i salentini si ritrovano con un piede in serie B, adesso sarà molto dura riprendersi dopo questo smacco.

Sconfitti dai propri errori e dalla sfortuna contro un avversario abbordabile.

Il Genoa stacca i salentini di 4 punti.

IL TABELLINO

GENOA – LECCE 2-1


GENOA (4-3-2-1): Perin; Masiello, Romero, Zapata, Criscito (C ); Lerager, Schöne, Sturaro (14° Barreca, 90° Goldanica); Pandev (90° Favilli), Falque (53°Jagiello); Sanabria (46° Pinamonti). A disposizione: Ichazo, Marchetti, Goldaniga, Biraschi, Ghiglione, Destro, Favilli, Ankersen, Soumaro. Allenatore: D. Nicola

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Lucioni, Paz, Dell’Orco; Barak, Petriccione (83° Falco), Mancosu (C); Saponara, Farias; Babacar (32° Lapadula). A disposizione: Vigorito, Sava, Vera, Shakhov, Monterisi, Meccariello, Rispoli, Maselli, Majer, Tachtsidis. Allenatore: F. Liverani

ARBITRO: sig. Daniele Doveri di Roma 1.

ASSISTENTI: sig. Giacomo Paganessi di Bergamo e sig. Luca Mondin di Treviso; quarto uomo il sig. Luca Pairetto di Nichelino. In sala video il sig. Massimiliano Irrati di Pistoia (VAR) e il sig. Sergio Ranghetti di Chiari (AVAR).

MARCATORI: 7° Sanabria (G), 60° Mancosu (L), 81° Jagiello (G)

AMMONITI: 15° Lerager (G), 34° Petriccione (L), 44° Saponara (L), 52° Lucioni (L), 76° Liverani allenatore del Lecce per proteste,

ESPULSO: il direttore sportivo del Lecce Mauro Meluso per proteste al 45° +1.

M.C.

Articoli correlati

Giochi del Mediterraneo: la prossima settimana in esame il secondo business plan

Redazione

Gotti, sindaco mancato: ha convinto il Lecce e i leccesi

Tonio De Giorgi

Taranto, Capuano – Giove: passi avanti per la continuità

Francesco Friuli

Volley/B, Green Volley tra conferme e nuovi arrivi

Massimiliano Cassone

Virtus Francavilla, dopo il diesse, spazio al mister e al bomber

Massimiliano Cassone

Lecce sulle tracce di Kialonda Gaspar

Tonio De Giorgi