80 migranti arrivati a Restinco: tamponi per tutti. Allerta massima

BRINDISI-Saranno sotto stretta sorveglianza gli 80 migranti provenienti da Lampedusa accolti nel centro di Restinco. Sono già stati sottoposti a tampone dagli operatori sanitari del Servizio di Igiene e Sanità pubblica della Asl di Brindisi e tutti visitati dai medici del Cara. A rassicurare su quelle che saranno le norme sanitarie e i controlli che saranno seguiti nel centro il direttore del Sisp, Stefano Termite. I migranti, prima del loro arrivo, sono già stati sottoposti in Sicilia a un test sierologico che ha dato esito negativo: non erano presenti anticorpi nel sangue. Il tampone potrà offrire altre informazioni su un’eventuale infezione da Sars-Cov-2: i risultati saranno pronti nelle prossime ore. L’allerta è alta dopo la scoperta di 28 casi di migranti positivi al covid sbarcati a Roccella Jonica nei giorni scorsi.

I migranti di Restinco dovranno affrontare ora un periodo di isolamento fiduciario di quattordici giorni prima di un possibile trasferimento in altre sedi regionali o extraregionali. Gli ospiti saranno monitorati costantemente dalla asl e dai responsabili sanitari della struttura e poco prima della scadenza delle due settimane questi saranno sottoposti ad un secondo tampone per essere certi della negatività. La procedura è sempre la stessa: il monitoraggio e l’ isolamento fiduciario di chi entra sul territorio da aree del mondo in cui la pandemia è più diffusa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*