Interrogativo Barak, ecco cosa sta succedendo

Antonin Barak, 25 anni, centrocampista del Lecce (foto US Lecce, Anza e Marco Lezzi)
Ottica Salomi

LECCE – L’intervista di Antonine Barak, programmata dalla società di Via Col. Costadura, è stata sostituita con quella di Andrea Rispoli, questo ha dato il via ad una serie di domande sul motivo del cambio, la risposta è solo una: tutti i calciatori in scadenza il 30 giugno sono stati esentati da interviste in questi giorni.

Su Barak però incombe un altro problema e suona un campanello d’allarme: l’Udinese non ha ancora firmato l’accordo che consentirebbe al calciatore di finire il campionato con il Lecce.

Spieghiamo cosa sta succedendo.

Abbiamo trattato spesso questo argomento negli ultimi tre mesi. E abbiamo chiesto a gran voce che la situazione fosse affrontata ancor prima di altre questioni e invece eccoci qui, mancano delle ore e c’è ancora qualcosa di irrisolto.

Tutte le società della lega di A hanno preventivamente aderito ad un accordo che è quello di differire a fine agosto tutte le situazioni inerenti ai contratti ed ai prestiti in scadenza il 30 giugno, accordo firmato anche dalla società friuliana che però ad oggi, in via del tutto anomale ed esclusiva, non ha ancora firmato l’accordo per il prolungamento del centrocampista ceco.

Tutte le altre situazioni sarebbero andate a buon fine, si attende l’ufficialità da parte dell’U.S. Lecce.

Mancano ancora delle ore, la corsa contro il tempo diventa frenetica, auspichiamo che alla fine vinca la diplomazia ed il buonsenso anche perché questo sarebbe un ulteriore grave motivo per considerare il campionato 2019-20 falsato.

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*