Serie A al via: una corsa senza soste e con tanti ostacoli

minerva

LECCE – In campo la Serie A con quattro recuperi della venticinquesima giornata, per allineare la classifica, oggi parziale: sabato Torino-Parma e Verona-Cagliari; domenica altri due recuperi dello stesso turno: Atalanta-Sassuolo (ore 19:30) e Inter-Sampdoria (ore 21:45). Da lunedì prossimo, poi, parte il treno del campionato che non conoscerà soste. Una girandola continua fino al 2 agosto. Sarà il Lecce ad aprire la ventisettesima giornata. Al Via del Mare aspetterà il Milan che ha già nelle gambe la sfida di Coppa contro la Juventus. Il fischio d’inizio è fissato alle ore 19:30. Sempre lunedì ci saranno altre due partite: Fiorentina-Brescia e Bologna-Juventus. Martedì, invece, quattro partite in programma: Hellas Verona-Napoli e Spal-Cagliari alle ore 19:30 mentre Genoa-Parma e Torino-Udinese si giocheranno alle ore 21:45. Mercoledì, infine, altre tre partite chiuderanno l’ottava giornata di ritorno: Inter-Sassuolo, Atalanta-Lazio e Roma-Sampdoria. A dodici giornate dalla conclusione tutti i giochi sono aperti per l’assegnazione dello scudetto, le qualificazioni Uefa e per la salvezza. Dopo il Milan e in appena tre giorni il Lecce dovrà preparare la sfida di Torino contro la Juventus. Per rendere più chiara la situazione, se ancora non lo fosse, meglio parlare di ore di recupero tra una partita e l’altra. La squadra giallorossa avrà la possibilità di effettuare appena tre allenamenti, dal martedì post Milan al giovedì, quando metà giornata sarà dedicata al viaggio. Tanti i fattori che incideranno su un campionato che si è deciso di concludere ad ogni costo. La formazione leccese dovrà disputare sei partite nel proprio stadio e altrettante fuori. In casa riceverà le visite di Milan, Sampdoria, Lazio, Fiorentina, Brescia e Parma. In trasferta, invece, giocherà contro Juventus, Sassuolo, Cagliari, Genoa, Bologna e Udinese, queste ultime due consecutivamente. Per ogni squadra le insidie sono tante e pure imprevedibili visto lo stress fisico cui saranno sottoposti i calciatori. Forse, nell’arco di una partita intera, si vedranno molte più giocate tecniche di quanto non avveniva in precedenza. La speranza degli allenatori è di avere una rosa al completo senza intoppi relativi agli infortuni. L’assenza di pubblico sugli spalti aiuterà gli allenatori a comunicare meglio con i giocatori, ma questi ultimi sentiranno la mancanza della spinta dei propri tifosi e dell’atmosfera che si creava all’interno dello stadio. Ma torniamo al calendario. In queste ore che mancano alla sfida con il Milan Liverani valuta le condizioni di alcuni suoi giocatori che hanno dovuto frenare in questa ripresa post Covid. Mancosu è recuperato, Deiola, Farias e Barak faranno da spettatori, almeno per la prima.

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*