Taranto, gambizzato dopo una lite. Arrestato rivale

TARANTO – E’ stato arrestato dagli agenti della Polizia di Taranto, l’uomo ritenuto responsabile della sparatoria avvenuta ieri in via Mazzini, nei pressi di una agenzia funebre e che ha causato il ferimento ad una gamba di un’altra persona.

Giacomo Attolino, 46 anni, è accusato di lesioni aggravate, detenzione e porto illegale di arma. Secondo quanto emerge dalle indagini, ancora in corso, alla base ci sarebbe una faida tra famiglie rivali nel campo delle agenzie funebri. Attolino è accusato di aver esploso colpi di arma da fuoco contro il rivale. La vittima, che sarebbe stata anche percossa anche con una mazza da baseball è stata portata al Santissima Annunziata di Taranto. Le ferite sono state giudicate guaribili in 30 giorni. Sul posto la polizia ha rinvenuto un bossolo calibro 7,65 e dai racconti di alcuni testimoni le persone coinvolte nella violenta discussione sarebbero tre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*