“Emergenza trascurata”: gli NCC chiedono attenzione

minerva

LECCE – Chiedono alla Regione Puglia di allinearsi a Campania, Sicilia, Piemonte, Lazio e Friuli Venezia Giulia che hanno emanato provvedimenti a sostegno della categoria. Sono gli operatori del noleggio con conducente che il tre giugno manifesteranno il loro disappunto per quella che loro definiscono “un’emergenza trascurata”.

La situazione sanitaria ha, per limitare il rischio di contagio, dovuto far adottare alle autorità nazionali, misure drastiche sulla limitazione della circolazione delle persone. Tale circostanza ha prodotto immediatamente la totale cancellazione delle prenotazioni delle gite scolastiche, congressi, viaggi culturali, escursioni crocieristiche e spostamenti in genere, tuttavia le attività in oggetto non rientravano tra quelle sospese dai vari DPCM che si sono susseguiti dall’inizio di marzo ad oggi, ma venivano lasciate aperte perché il codice ATECO 49.00 le faceva rientrare in quelle che sono considerate essenziali. Le aziende si sono ritrovate sulla carta attive ma, di fatto, fermate dalla totale mancanza di utenza. La crisi degli autobus turistici e degli ncc è profonda ed anche l’ultimo Decreto Rilancio non interviene sul comparto trasporti turistici e sul turismo in genere. La richiesta è il Blocco totale dei leasing o altre forme di finanziamento per l’acquisto di beni mobili o immobili strumentali . Adeguamento del periodo di riferimento per il fondo perduto da estendersi al fatturato relativo al secondo trimestre 2019/2020. Recupero delle accise sui carburanti.

Chiedono la giusta attenzione per evitare default e licenziamenti in massa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*