Il Tar Lecce sblocca l’appalto per la videosorveglianza nelle zone industriali

LECCE-La Terza Sezione del Tar Lecce ha sbloccato l’appalto per i lavori di installazione del sistema di video sorveglianza su tutte le principali zone industriali della Provincia di Lecce. Il contenzioso giudiziario era cominciato tre mesi fa, quando l’ATI “Conscoop- Tommasi srl” aveva impugnato l’esito del bando di gara promosso dal Consorzio ASI di Lecce e aggiudicato al raggruppamento di imprese “Sud Segnal – Project Automation s.p.a.”.

La procedura riguardava l’affidamento dei lavori di “istallazione apparecchiature video e trasmissione immagini da installare nelle zone industriali di Lecce-Surbo, Nardò-Galatone, Casarano e Galatina-Soleto”. L’ATI “Sud Segnal – Project Automation s.p.a.” , arrivata seconda, ha promosso un ricorso dinanzi al TAR di Lecce contestando la procedura nella sua interezza con motivi che andavano dal fatto che la gara non potesse ancora ritenersi conclusa sino alle presunte illegittimità riguardanti l’attribuzione dei punteggi, le dichiarazioni rese sul possesso dei requisiti generali e la composizione della commissione di gara.

Accogliendo le tesi dei legali del Consorzio ASI, difeso dall’avv. Raffaele Pinto, e dall’ATI vincitrice, difesa dall’avv. Alessandro De Matteis, il TAR ha respinto il ricorso. Asi e aggiudicataria hanno quindi sottoscritto il contratto e cantierizzato i lavori.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*