Ambulanti: da lunedì 18 maggio probabile ripresa dell’attività

SALENTO- Lunedi 18 maggio si potrà riprendere, laddove ci siano tutte le condizioni di sicurezza, l’attività dei mercati non alimentari su suolo pubblico, e del commercio degli ambulanti itineranti sulle aree pubbliche. La decisione è arrivata nel pomeriggio dopo l’incontro in videoconferenza con il Presidente Michele Emiliano, Anci Puglia, associazioni di categoria, sindaci e assessori dei comuni capoluogo convocata per capire quando e come poter autorizzare l’attività. “Il presidente nei prossimi giorni – scrive in un post il sindaco Carlo Salvemini-predisporrà l’ordinanza”.
A Lecce gli ambulanti, fermi da circa due mesi, hanno protestato nei giorni scorsi prima davanti alla Prefettura e poi davanti Palazzo Carafa dove hanno incontrato il sindaco di Lecce e l’assessore Paolo Foresio per esporre le loro ragioni, chiedendo attenzione e aiuto.
“Oggi- commenta il sindaco Salvemini– abbiamo dato loro una risposta”.
Sono due le riunioni che si sono svolte nel pomeriggio e che hanno visto anche la partecipazione delle associazioni di categoria e dei sindacati. “Il Governo regionale ha espresso la sua profonda consapevolezza della rilevanza che riveste, per il tessuto economico pugliese, questo settore storicamente molto diffuso sul territorio, che vede la presenza di oltre 15300 commercianti ambulanti in tutta la Puglia- afferma l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Cosimo Borraccino– La consapevolezza che è emersa nel corso di questo primo incontro interlocutorio è quella che si potrà ripartire solo garantendo la sicurezza di tutti, operatori e cittadini, nell’ambito di un quadro di regole certe che dovremo definire, a strettissimo giro. Il nostro auspicio è quello di fare in modo che, nel pieno rispetto delle prerogative dei Comuni, la ripresa di queste attività possa avvenire a partire dal prossimo 18 maggio, ove le condizioni lo permetteranno”.
Ai singoli comuni il compito di garantire l’organizzazione degli spazi e l’osservanza delle prescrizioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*