Calcio: caos totale, per gli allenamenti ognuno fa come vuole

Alla fine ognuno fa un po’ come vuole: è spontaneo pensarlo leggendo l’ordinanza firmata dal governatore dell’ Emilia-Romagna, Bonacini, che ha autorizzato i calciatori delle squadre della sua regione ad effettuare allenamenti individuali da lunedì 4 maggio.

Spal e Parma però hanno deciso di aspettare e di attendere le prossime decisioni dettate dal Governo.

Bologna e Sassuolo invece apriranno le porte dei campi di Casteldebole e del Mapei Centre e permetteranno ai propri calciatori di allenarsi.

Anche dalla Regione Campania, nelle prossime ore, potrebbe partire l’ok agli allenamenti individuali del Napoli a Castelvolturno da lunedì 4 maggio.

Ed il presidente della Lazio, Lotito, spinge per queste ipotesi da diverso tempo.

Domenica 3 maggio forse, ancora non c’è certezza sulla data precisa, potrebbe esserci la video conferenza fra la Federcalcio e il Comitato Tecnico Scientifico del Governo per arricchire il protocollo medico in modo da autorizzare le squadre ad allenarsi dal 18 maggio in previsione di una ripresa del campionato a Giugno.

Tutto è in divenire, dunque e dal Governo potrebbero invitare le Regioni a condividere la linea comune senza fare balzi in avanti.

E nella confusione più totale in attesa di capire se il campionato sarà portato al termine, Coronavirus permettendo, questa sarebbe l’ennesima disparità, con dei calciatori avvantaggiati dall’inizio anticipato degli allenamenti che creerebbe un beneficio per le proprie squadre.

L’incertezza regna sovrana in questo calcio confuso e confusionario.

 

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*