Minaccia di spararsi in piazza, i Carabinieri lo bloccano

BRINDISI- I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per porto illegale di arma clandestina, un 42enne del luogo. In particolare, l’uomo, nel pomeriggio di ieri, nel centro storico di Brindisi, in piazza Pompeo Azzolini, in evidente stato di alterazione, ha manifestato intenti suicidari, contattando un Carabiniere che ha intrapreso una prima azione persuasiva telefonicamente. Il Comandante del N.O.R. giunto sul posto con altri militari della Sezione Radiomobile, incluso il negoziatore del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi, è riuscito a calmare l’uomo che ha minacciato ripetutamente di spararsi, mimando il gesto inserendosi una pistola in bocca e dopo una trattativa durata circa 40 minuti, è riuscito a farlo desistere dall’insano gesto, facendosi consegnare la pistola ancora carica e con il colpo in canna. L’arma, risultata una pistola semiautomatica Beretta calibro 7.65, con matricola abrasa e in ottimo stato d’uso, è stata sequestrata insieme al caricatore contenente 6 cartucce dello stesso calibro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*