Pesca di frodo, sequestrati oltre mille ricci. Denunciato pescatore di Leverano

PORTO CESAREO-  Nonostante le restrizioni governative imposte dall’emergenza dovuta all’epidemia da Covid 19, non si  arresta la pesca di frodo  nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo. Il blitz delle forze dell’ordine è scattato  all’alba, durante il quale sono stati sequestrati oltre 1000 ricci di mare e l’attrezzatura subacquea impiegata. Denunciato anche un pescatore di Leverano. Da evidenziare che tutto il pescato, ancora in vita, è stato rigettato in mare.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*