Assistenza domiciliare ridotta, l’appello a non lasciar soli gli ammalati

ARADEO- Tra le misure adottate a causa dell’emergenza coronavirus c’è anche quella di limitare l’assistenza domiciliare. E’ accaduto a molte persone non autosufficienti. Ed è il problema nel problema che si ritrova a vivere, tra gli altri, una famiglia di Aradeo, dove è stato sospeso il servizio Oss ad un paziente. “Mio padre è malato di Sla, è allettato, ha un respiratore e come se non bastasse al momento ha anche una bronchite –dice la figlia– siamo preoccupati per la sua salute, ma anche per quella di mia madre, costretta purtroppo a far tutto da sola”.

Al momento, quindi, possono contare solo su 5 ore al giorno di assistenza solo sociale, ma la mancanza dell’integrazione di due ore giornaliere sul versante sanitario rappresentano un serio problema.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*