Covid, l’Italia si ferma. Conte: “Negozi chiusi. Aperti solo alimentari e farmacie”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte

BARI –  L’Italia si ferma. L’annuncio ufficiale del premier Giuseppe Conte è arrivato al termine di una giornata in cui si erano inseguite le voci di una misura drastica imminente. Chiuderanno tutti i negozi, tranne alimentari e farmacie. Garantiti i trasporti.

“Ho fatto patto con la mia coscienza – ha detto il Presidente del Consiglio – al primo posto c’è la salute degli italiani. Oggi è chiaro, siamo consapevoli che in un Paese grande e complesso come il nostro bisogna procedere gradualmente, affinché tutti possano comprendere il difficile momento. Ora è il momento del passo in più. Il più importante. L’Italia manterrà sempre la zona unica ma disponiamo la chisuura di attività commerciali, di vendita al dettaglio ad eccezione di alimentari, farmacia e parafarmacie. Chiudiamo negozi, bar, pub, ristoranti lasciando la possibilità di fare consegne a domicilio. Chiudono parrucchieri, centri estetici. Va incentivato il lavoro agile, le ferie, i congedi. Chiuderanno i reparti industriali non indispensabili per la produzione”.

Resta garantito lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali quali trasporti, servizi bancari, postali, assicurativi. Saranno garantite attività del settore agricolo, zootecnico comprese filiere che offrono beni e servizi. Dobbiamo limitare gli spostamenti alle attività lavorative e per motivi di salute.

Lo sforzo – ha detto Conte – lo vedremo fra un paio di settimane. “Se i numeri continueranno a crescere – ha aggiunto – cosa molto probabile, non dobbiamo fare una corsa verso il baratro ma ragionare. Nominerò un commissario con ampi poteri di deroga per gestire le strutture sanitarie. Si occuperà della distribuzione per terapie intensive e subintensive, avrà il compito di impiantare nuovi stabilimenti per produrre le attrezzature”. Il commissario sarà Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*