Spinse in classe il compagno, reato estinto dopo messa alla prova

LECCE- Il gup del tribunale dei minori Ada Colluto ha dichiarato estinto il reato di lesioni personali colpose per il ragazzo di 17 anni accusato di aver spinto contro un banco, in classe, un compagno di scuola. Le conseguenze erano state gravi: un intervento chirurgico per l’asportazione dell’organo. Lo scorso aprile lo stesso gup, durante l’udienza preliminare, aveva disposto la messa alla prova per lo studente. L’episodio si verificò nell’Istituto Tecnico Olivetti di Lecce. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Alessandro Costantini Dal Sant, ha sempre sostenuto di non aver avuto alcuna intenzione di procurare danno e far male al compagno. Il giudice, che aveva disposto un servizio di volontariato in un centro per disabili durato 10 mesi, ha quindi dichiarato estinto il reato.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*