S.Pio, un quartiere disastrato: “Ci sentiamo cittadini di serie B”

LECCE- Strade disastrate, rifiuti abbandonati, presenza di blatte e topi. Questo e tanto altro nel quartiere San Pio, dove alcuni cittadini hanno chiesto la presenza delle nostre telecamere per far vedere e denunciare la situazione in cui sono costretti a vivere. Come se non bastasse questi signori sono costretti a far i conti anche con la carenza di acqua calda, di riscaldamenti adeguati e luce elettrica , per non parlare degli appartamenti che sembrano essere completamente dimenticati da chi dovrebbe provvedere a metterli a norma. Accade  in via Gorizia, come  anche in via Trieste. Qui  al terzo piano di una palazzina,  una delle prime famiglie aiutate da CuoreAmico  si ritrova a vivere in un appartamento di proprietà ArcaSud completamente da rifare. Da troppi anni cercano di adattarsi, ma è dura: l’umida non dà tregua, i riscaldamenti mancano come l’acqua, per garantire magari una doccia dignitosa. Come se non bastasse la sorella di Luigi soffre di crisi epilettiche e purtroppo alcune volte si è ritrovata a sbattere la testa in bagno o a cadere dalle scale. Eppure, nonostante le continue segnalazioni -dicono- nulla cambia…

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*