Verso Parma: Liverani saluta La Mantia e accoglie Deiola

Fabio Liverani, allenatore US Lecce (foto P. Pinto)

LECCE (di M.C.) – Prosegue a porte chiuse, all’Acaya Golf Resort, il lavoro del Lecce in vista dell’importante sfida di lunedì sera al Tardini col Parma.

I giallorossi dopo le tre sconfitte consecutive cercheranno il riscatto lontani dal Salento, dove, fino a questo momento, hanno racimolato ben 11 dei 15 punti totali.

Liverani si ritrova con un centrocampista in più in casa, Deiola, aspetta il rinforzo sulla trequarti e cioè Saponara che dovrebbe arrivare la settimana prossima, ormai c’è l’accordo su tutto, ritrova Majer dopo l’infortunio e Calderoni dopo la squalifica ma ha salutato l’attaccante eroe della promozione in A, La Mantia che è andato ad Empoli insieme a Fiamozzi, e deve fare i conti con gli acciacchi di Babacar, Lapadula e Tabanelli. Dei tre, Babacar sarà disponibile, gli altri due saranno attentamente valutati nel corso delle prossime sedute.

E dunque, almeno nella seconda frazione della sfida, il nuovo arrivato Deiola dovrebbe scendere in campo, in un centrocampo in cui darà respiro ad uno tra Majer, Tachtsidis, e Petriccione che dovrebbero partire titolari.

Una vittoria con il Parma sarebbe importantissima per la classifica e permetterebbe di chiudere il girone di andata a 18 punti, un bottino di tutto rispetto.

La squadra emiliana dal canto suo è chiamata a cancellare la brutta scoppola dei 5 gol subiti contro l’Atalanta nell’ultima gara e continua ad allenarsi a Collecchio agli ordini di mister D’Aversa.

Lavoro personalizzato per risolvere le noie di una lombalgia per Bruno Alves, per Gervinho e terapie per Karamoh.

Il fischio d’inizio alle ore 20:45, dunque, di lunedì 13 gennaio sarà del sig. Michael Fabbri di Ravenna, che sarà assistito dai signori Dario Cecconi di Empoli e Valerio Colarossi di Roma 2; IV Uomo il sig. Simone Sozza di Seregno. In sala video ci saranno i signori Davide Massa di Imperia (V.A.R) e Maurizio Liberti di Genova (A.V.A.R).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*