Attualità

Dimensionamento scolastico, tra delusione e opportunità

SALENTO- Polemiche e non in merito al Piano di dimensionamento scolastico 2020/2022 approvato lo scorso 31 dicembre dalla giunta regionale. Dal 1 settembre di quest’anno, infatti, 8 istituti comprensivi e due istituti superiori della provincia di Lecce saranno costretti a voltare pagina. Tra questi, la novità è quella che riguarda l’istituto artistico di Poggiardo che sarà accorpato al Don Tonino Bello di Tricase, mentre l’istituto alberghiero di Otranto al Lanoce di Maglie. Una decisione nata a causa del numero sempre più ridotto di iscrizioni e che secondo il preside Giovanni Casarano, rappresenta solo un’ opportunità per il territorio. Appoggia l’idea dell’accorpamento, ma con riserva, anche il preside dell’istituto alberghiero Paolo Aprile, nonostante continui a sottolineare la validità della loro proposta iniziale: dar vita a un Polo Alberghiero dell’Adriatico, in grado di comprendere S.Cesarea, Otranto e la sezione del liceo Artistico di Poggiardo. E ancora, secondo il dirigente otrantino bisognerebbe iniziare a pensare in grande, non a soffermarsi su un biennio, ma ad attuare una programmazione territoriale di prospettiva, al fine di dare al salento il giusto supporto per uno sviluppo economico e turistico.

 

Articoli correlati

Giudice di pace, Toma: “Amministrazione non ha obblighi specifici”

Redazione

Centro storico, il sogno dei leccesi: chiuso al traffico e più sicuro

Redazione

Vigile del fuoco ferito allo stadio, la condanna dell’U.S Lecce e del Conapo

Redazione

Società operaia di mutuo soccorso: assegnato premio Sanpietrino

Redazione

Al volante con il cellulare? Patente sospesa: novità salate nel nuovo Codice della Strada

Redazione

Bollettino covid, 6.872 nuovi casi e 9 decessi. 1.595 positivi nel leccese

Redazione