Maltempo, a Lecce chiusi parchi e cimitero. Ovunque alberi e pali caduti

SALENTO-Durerà per l’intera giornata l’allerta arancione per il forte vento di tramontana che sta sferzando il salento provocando danni e disagi. In provincia di Lecce, nella notte, i vigili del fuoco hanno fatto fronte a decine e decine di chiamate, con una quarantina di interventi per la rimozione di alberi caduti in strada e per mettere in sicurezza pali, insegne e lamiere pericolanti. Molti i danni alle serre e alle campagne. A lecce è stata disposta, in via precauzionale, la chiusura della villa comunale, del parco di Belloluogo , del campo sportivo Montefusco e del cimitero, per evitare che qualcuno possa farsi male per la caduta di alberi o distacchi di rami. Taurisano è stato colpito da un tornado, in strada è precipitato anche un palo.

A Calimera domenica sera un grosso albero è precipitato in strada, sulla circonvallazione. Fortunatamente in quel momento non passava nessuno. È stato rimosso dai vigili del fuoco. Le zone più colpite sono lecce, Nardò, Copertino, Gallipoli, Leverano.

A Taranto moltissimi gli interventi dei vigili del fuoco. Nel comune sono stati chiusi alcuni parchi pubblici come la villa Peripato, piazza San Pio XII, e la pineta di Cimino. A Castellaneta un albero cadendo ha tranciato un cavo dell’energia elettrica, lasciando al buio una zona del centro abitato. Nel brindisino, a Francavilla Fontana, domenica pomeriggio si è rischiato il peggio. Il vento ha divelto un palo in metallo con due insegne al neon di un negozio in una via centrale del comune e ha colpito un uomo, fortunatamente in modo non grave. Il mare è in tempesta sul litorale adriatico e i venti di grecale portano il gelo ma spazzano le nubi. Una befana soleggiata ma fredda con forti raffiche di vento che hanno causato il rinvio di molte manifestazioni all’aperto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*