“I nipoti di Babbo Natale”: tanti i desideri esauditi espressi dagli anziani salentini

LECCE – “Mi chiamo Cosima e vengo da Brindisi. Albano Carrisi è un mio compaesano e lo porto nel cuore, anche adesso che vivo in questa casa di riposo a Venezia per stare più vicina ai miei figli”. Il sogno più grande della novantenne? Sentirlo cantare il suo celebre successo “Nel Sole”. E così, detto fatto: Al Bano le dedica il brano in un video, con la promessa di incontrarsi presto.

È uno dei piccoli-grandi miracoli resi possibili dal progetto dal titolo “Nipoti di Babbo Natale” di “un Sorriso in Più Onlus” che consente, su un apposito sito internet, di leggere i desideri espressi dagli anziani che vivono nelle case di riposo di tutta Italia, offrendo a chiunque la possibilità di esaudirli in occasione delle festività natalizie.

Le richieste sono diverse: c’è chi sogna di tornare allo stadio per assistere alla partita della squadra del cuore, chi vorrebbe ricevere un autografo o una dedica del cantante preferito, chi semplicemente cenare al ristorante in compagnia o incontrare vecchi amici. E poi c’è chi vorrebbe far tornare indietro il tempo, anche solo per un giorno.

È il caso, ad esempio, del signor Luigi, 97 anni, ex aviatore e oggi ospite in una casa di riposo a Brindisi. A coronare il suo sogno è stato lo staff dirigenziale dell’aeroporto: per Natale desiderava tornare in una torre di controllo per conoscere i nuovi sistemi di atterraggio e decollo. E così è stato. Quel giorno ha rispolverato il suo bagaglio esperienziale, lasciando tutti a bocca aperta.

Anche Antonio, 95 anni, ex marinaio e ospite in una struttura a Mesagne, ha potuto coronare il suo sogno. “Quando uno è marinaio, lo è per sempre – aveva raccontato ai responsabili del progetto – Amavo stare in mezzo al mare. Per questo, ho espresso il desiderio di salire su una nave, in uniforme da marinaio. Ve ne sarei molto grato”. È stata la Marina Militare di Brindisi a realizzare il suo desiderio. Ad accoglierlo un corposo gruppo di militari: lo hanno accompagnato a bordo della nave San Giusto, dalla quale Antonio non avrebbe voluto scendere più per la gioia”.

Ad oggi il progetto ha già realizzato 2500 desideri di anziani ospiti in casa di riposo in tutta Italia.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*