Lavoratori edili in protesta: rilanciare settore costruzioni per rilanciare il Paese

LECCE/TARANTO – “L’esigenza di garantire piene e adeguate risposte occupazionali, nonché la necessità di aumentare la dotazione infrastrutturale del nostro territorio passano attraverso lo sblocco di due opere di importanza strategica: la SS. 275 Maglie-Leuca e la Bradanico-Salentina”. Così, al grido di “Solo uniti si vince”, anche a Lecce le Segreterie Nazionali di FeNEALUIL – FILCA CISL e FILLEA CGIL proseguono la loro azione unitaria per far prendere sempre più coscienza al Governo e alle forze politiche che oggi, più che mai, difendere e rilanciare il Paese coincide con il difendere e rilanciare il settore delle costruzionirilanciare il settore delle costruzioni per rilanciare il Paese.

Per questo è stata indetta una giornata di mobilitazione nazionale contemporaneamente in 100 piazze italiane, tra cui Lecce, appunto, e Taranto. A Taranto, i sindacati sottolineano come la crisi dell’edilizia in provincia sia “solo l’ennesima piaga su un territorio che sembra non avere più la forza di rialzarsi. Nel biennio 2017-2018 abbiamo perso una massa salari di oltre 4milioni di euro e 70mila ore di lavoro”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*