Assistenza domiciliare, servizio sospeso per diversi salentini disabili

minerva

LECCE- Alla cooperativa il contratto non viene rinnovato e il servizio di assistenza domiciliare viene sospeso. E’ la triste realtà a cui in questi giorni sono andati incontro diversi salentini diversamente abili, risultati  vincitori in graduatoria  del progetto Home Care Premium, bando pubblicato dall’Inps, che   dava loro la possibilità di  per poter usufruire fino al 2022 dell’assistenza domiciliare. A segnalare questa anomalia ci ha pensato proprio uno di loro, ossia Federica Ferreri, una delle prime protagoniste di CuoreAmico, costretta dalla nascita  sulla sedia a rotelle.

In questi mesi, infatti, grazie a tale progetto, Federica poteva  contare su 20 ore al mese, suddivise in tre pomeriggi a settimana, di un’assistenza ad hoc. Ora però, nonostante a giugno le abbiano dato la bella notizia che per tre anni avrebbe continuato a usufruire del progetto, qualche giorno fa le è giunta notizia che  alla cooperativa  a cui spettava garantire il servizio  non è stato rinnovato il contratto e che dal 1 novembre, fino a quando non si sarebbe risolta la questione burocratica, Home Care sarebbe stato sospeso. “Io ho cercato spiegazioni -afferma Federica- ma sono riusciti solo a garantirmi  che non appena il tutto si sarà risolto potrò recuperare le mie ore. Ma nel frattempo chi mi aiuterà?”, si domanda. Lei, come tantissimi altri nelle sue condizioni,  ha bisogno quotidianamente di un’assistenza domiciliare e a  ora a causa di questo mancato rinnovo,  sarà costretta a provvedersi da sola. “Chi  mi rimborserà il tutto? -continua- perchè dobbiamo subire tutto questo a causa di una burocrazia non corretta?”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*