Mancosu: “Ho sentito il dovere di calciare un rigore così importante”

Marco Mancosu, centrocampista US Lecce

LECCE – Il capitano del Lecce Marco Mancosu ha siglato sul calcio di rigore il gol del pareggio con la Juventus. Quinta rete per lui in serie A in queste prime nove giornate, tanta roba per lui che è l’unico uomo che dalla C è arrivato nella massima serie con la maglia del Lecce.

A Milano lasciai battere il rigore a Babacar per falro sbloccare, perché il capitano non è solo quello si mette la fascia ma è quello che si assume le sue responsabilità e ho voluto farlo perché Baba se lo meritava. Con la Juventus sentivo il dovere di tirare un rigore così importante e per fortuna è andata bene. Diciamo che con questi risultati stiamo dicendo a tutte le squadre che ci siamo anche noi, ci stiamo prendendo le rivincite con tutti quelli che ci avevano declassato all’inizio e dobbiamo continuare così. Sono molto contento di questo risultato, due anni fa eravamo in serie C e oggi abbiamo fermato i campioni d’Italia. Tutta la nostra gene è stato uno spettacolo. Avevo i crampi, ero a pezzi, quando mi hanno detto che non c’erano più cambi volevo morire (sorride, n.d.r.), ma era troppo importante raggiungere il risultato. Mercoledì con la Samp? Sono stati solo i crampi quindi adesso devo recuperare, mangiare bene, dormire bene, e starò alla grande”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*