Studente precipitato nel lucernario: condannata la dirigente del De Giorgi

LECCE- Una condanna a otto mesi di reclusione (pena sospesa) per omicidio colposo per la dirigente scolastica del liceo De Giorgi di Lecce. La vicenda riguarda la morte nel lucernario dello studente Andrea De Gabriele, il 17enne originario di Campi Salentina, avvenuta l’8 gennaio del 2014 nel cortile della succursale della scuola, nel quartiere S. Pio, in via Pozzuolo. La sentenza è stata emessa dal gup Carlo Cazzella al termine del processo in abbreviato. La dirigente, Giovanna Caretto, è difesa dall’avvocato Stefano De Francesco. Il giudice ha riconosciuto le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti contestate e disposto una provvisionale per le parti civili: i genitori del ragazzo e altri familiari, assisititi dagli avvocati Francesca Conte, Luigi Corvaglia e Antonio De Mauro. Il pm Elsa Valeria Mignone aveva chiesto una condanna a 4 mesi dopo una precedente richiesta di archiviazione alla quale i familiari avevano presentato opposizione.

Lo studente era morto poco dopo il ricovero al Fazzi di Lecce in seguito alle ferite e le lesioni riportate nel tragico volo da un’altezza di almeno 15 metri. Andrea frequentava il quarto anno. Durante l’ora di Educazione Fisica si era arrampicato su una grata in ferro che proteggeva un lucernario per recuperare il suo giubbino, ma l’inferriata aveva ceduto.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*