Rossettini a Piazza Giallorossa: “Andiamo a Torino vogliosi di riscatto”

Luca Rossettini, difensore U.S. Lecce

LECCE – Il difensore Luca Rosettini, uno dei rinforzi stagionali del Lecce targato serie A, ospite della puntata 1485 di Piazza Giallorossa ha parlato di questo suo nuovo inizio:

“Sto bene sono venuto molto motivato, entusiasta per questa possibilità che mi è stata data, conoscevo questa realtà grazie ad amici e compagni che hanno giocato per questi colori; ho giocato lo scorso anno con Tomovic che me ne parlato molto bene, sono ricordi che hanno nel cuore e che trasmettono anche quando ne parlano e quindi per me è stato facile dire di sì”.

Luca Rossettini, difensore del Lecce

A Lecce da pochissimo tempo ma ha già compreso l’importanza e il calore di una tifoseria tra le prime in Italia:

“I tifosi sono quel quidi in più che ci permette di superare scogli importanti. Il campionato è difficilissimo, ci sono squadre attrezzate, anche quelle di bassa fascia dimostrano di avere tutte le carte in regola per salvarsi, quindi noi dobbiamo mettere l’impegno e quel quid in più ci sarà dato dai nostri tifosi che continuano a farci sentire il loro affetto in maniera davvero importante”.

Lunedì a Torino la squadra di Liverani sarà chiamata a dare delle risposte dopo l’avvio poco convincete ma non sarà semplice esprimersi al meglio:

“Campo difficile, squadra ostica che visti gli impegni europei ha iniziato la preparazione molto in anticipo e sicuramente sarà in condizioni più avanzate rispetto a noi; è un impegno da non sottovalutare, vista anche la nostra ultima partita siamo vogliosi di far meglio e di riscattarci subito, abbiamo avuto il tempo per prepararla al meglio, questa settimana cercheremo di limare le ultime cose per arrivare nelle migliori condizioni possibili”.

Obiettivo del Lecce è salvezza… Luca ha le idee chiare:

“Ci si salva col gruppo, non mollando mai, seguendo le indicazioni del mister e mettendo soprattuto quello che non si ha , infatti è importante trascinare tutti durante le partite e anche gli allenamenti ad andare oltre se stessi, o facciamo così o diventa veramente difficile. Nel gruppo ci sono compagni di esperienza e più di qualcuno ha questo mio stesso modo di intendere il gioco e quindi i risultati sicuramente arriveranno”.

Per lui sarà la gara dell’ex ha giocato anche a Torino, oltre ad aver vestito le maglie di Arcella, Padova, Siena, Bologna, Genoa, Torino, Cagliari e Chievo totalizzando in serie A 274 presenze:

“Fa sempre piacere tornare in un ambiente in cui sei stato bene ma se dovessi essere emozionato in tutte le partite da ex, contando tutte le squadre in cui ho militato sarebbe un problema (sorride, n.d.r.)”.

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*