Lecce-Cosenza 2-1. Esordio con gol per Babacar, a segno anche Mancosu

Khouma El Hadji Babacar, 26 anni, attaccante del Lecce (foto P.Pinto)

LECCE – Amichevole per spezzare il ritmo degli allenamenti nella settimana in cui i campionati di serie A e B riposano per gli impegni delle squadre nazionali, Lecce e Cosenza si affrontano al Via del Mare di fronte a pochi intimi, sono 3027 gli spettatori per un incasso euro 9.801,00.

Braglia schiera i suoi col 3-5-2: Perina; Corsi, Lazaar, Idda; Pierini, Schiavi, Sciaudone, Machach, Greco; Bruccini, Baez.

Liverani fedele al suo 4-3-1-2 fa un po’ di esperimenti e manda in campo Vigorito in porta; Rispoli, Lucioni, Riccardi e il giovane colombiano Vera in difesa; Petriccione, Shakhov e Tabanelli in mezzo al campo; con capitan Mancosu a supporto di Farias e Babacar. Subito in campo l’ex Sassuolo e si prende immediatamente la scena con buone giocate dimostrando di essere già in palla.

Le squadre si affrontano a viso aperto, è una partita vera e non si risparmiano nulla e all’8° paura per Babacar che dopo un contrasto a centrocampo rimane a terra.
Il Cosenza va vicino al vantaggio al 21° con Baez ma poi i padroni di casa crescono col passare dei minuti.

Babacar sbaglia un gol al 43° da solo davanti a Perina ma poi si fa perdonare ed è lui a sbloccarla nell’ultimo giro di orologio della prima frazione e lo fa di testa, impattando una punizione di Petriccione; e si presenta così ai suoi tifosi.

Nel secondo tempo il Lecce rientra con La Mantia al posto di Babacar che ha ben impressionato.
Gli ospiti si presentano con tante sostituzioni: dentro Saracco, Broh, Kone, Carretta, Kanouté, Capela, Bittante e Trovato, fuori Perina, Corsi, Idda, Schiavi, Bruccini, Greco, Sciaudone, Pierini e Machach.
E partono bene trovando subito il pareggio; dopo appena 8 minuti Trovato batte Vigorito.
Inizia il valzer delle sostituzioni anche nel Lecce: al 58° Calderoni e Pierno per Rispoli e Shakohov, al 65° esordio per Imbula che entra insieme a Ortisi per Petriccione e Farias, al minuto 72 dentro Bleve per Vigorito e Tarantino per Vera.
Le squadre sembra che non vogliano farsi male, padroni di casa poco pericolosi, ma quando la partita si avvia al temine arriva il gol di capitan Mancosu che regala la vittoria al Lecce su assist di Calderoni.

Un buon Cosenza al Via del Mare raccoglie meno di quello che ha prodotto. Positivo esordio di Babacar, ottimo il ritorno al gol di Mancosu che arriva quando non ci credeva più nessuno. In casa Lecce c’è da lavorare tanto ancora, la squadra sembra una lontana parente di quella dello scorso anno.

Da valutare le condizioni di Imbula uscito dopo aver subito una botta.

IL TABELLINO

LECCE – COSENZA 2-1

LECCE (4-3-1-2): Vigorito (72° Bleve); Rispoli (58° Calderoni), Lucioni, Riccardi (89° Monterisi), Vera (72° Tarantino); Petriccione (65° Imbula – 88° Maselli), Shakhov (58° Pierno), Tabanelli; Mancosu; Farias (65° Ortisi), Babacar (46° La Mantia). A disposizione: Gabriel, Monterisi, Mele, Gallo A., Gallo G., Ortisi. Allenatore: Liverani

COSENZA (3-5-2): Perina; Corsi, Lazaar, Idda; Pierini, Schiavi, Sciaudone, Machach, Greco; Bruccini, Baez. A disposizione: Saracco, Capela, Boh, Carretta, D’Orazio, Trovato, Monaco, Kone, Bittante, Kanoute. Allenatore: Braglia

ARBITRO: sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta

ASSISTENTI: sig. Luigi La Notte di Barletta e sig. Francesco Fiore di Barletta

MARCATORI: 45° Babacar (L), 53° Trovato (C ), 90° Mancosu (L)

 

 

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*