Lupiae, i gruppi consiliari di Centrodestra: illegittima nomina Alfredo Pagliaro

LECCE – Esposto al Prefetto da parte dei gruppi consiliari di Centrodestra al Comune di Lecce, che ritengono illegittima la nom ina di Alfredo Pagliaro, di Puglia Popolare, come amministratore unico di Lupiae servizi, società partecipata dal Comune. A sottoscriverlo sono i gruppi di Forza Italia, Fretlli d’Italia, Lecce città del Mondo, Lega Salvini, Prima Lecce, Sentire Civico, Congedo Sindaco. Il 30 luglio è avvenuta la proclamazione degli eletti e, tra loro, c’era Alfredo Pagliaro. Il giorno dopo, il sindaco Salvemini lo ha nominato a capo di Lupiae.

Per il Testo Unico degli Enti Locali, sussiste l’incompatibilità tra i ruoli, poiché “Non può ricoprire la carica di …consigliere comunale… l’amministratore di ente, istituto o azienda soggetti a vigilanza in cui vi siano almeno il 20 per cento di partecipazione … del Comune”. Ma, in realtà, Alfredo Pagliaro ha rassegnato -immediatamente dopo la proclamazione- le dimissioni da consigliere.

Ma, sempre secondo il Testo Unico, “I consiglieri entrano in carica all’atto della proclamazione” e dunque scatterebbe il divieto a ricoprire incarichi “di amministratori di ente di diritto privato in controllo pubblico, da parte di un comune con popolazione superiore a 15.000 abitanti”, secondo il decreto legislativo 39/2013.

Per questo, secondo i gruppi consiliari di Centrodestra, l’atto di nomina sarebbe “gravemente e evidentemente illegittimo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*