Escursioni in barca pericolose e vietate: due denunce a Leuca

SANTA MARIA DI LEUCA – Escursioni in barca lungo la costa di Leuca in area vietata: altre denunce dalla Guardia Costiera. Sotto accusa sono finite ancora una volta le barche adibite al trasporto di passeggeri che di frequente svolgono escursioni lungo il litorale e in corrispondenza delle tante grotte costiere. Le verifiche hanno riguardato in particolare il tratto di costa tra Santa Maria di Leuca e il Ciolo. I militari hanno notato che due unità ancoravano a pochi metri dalla costa per consentire ai passeggeri di ammirare da vicino le scogliere e fare un bagno rinfrescante, ma proprio quelle scogliere presentano elevati pericoli per la sicurezza e sono interessate da continui fenomeni di crollo.

La Capitaneria ha emanato specifiche ordinanze di interdizione negli specchi acquei in prossimità dei costoni rocciosi a rischio, eppure c’è chi le ignora. Sono così scattate le denunce per i conduttori di due imbarcazioni: nei guai un 45enne di Salve e un 51enne di Castrignano del Capo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*