Lecce, archiviata la prima settimana di lavoro: note positive e negative

Santa Cristina, ritiro Lecce 2019-20
Ottica Salomi

LECCE (di M.C.) – La prima settimana di ritiro, con la prima uscita stagionale del Lecce contro il Gherdeina, squadra di seconda categoria, ci lascia qualche piccola ma importante riflessione. Ovviamente rimaniamo nel recinto delle prime impressioni senza enfatizzare nulla e ci atteniamo a vedere i fatti.
Il primo gol stagionale è stato di Felici un 18enne di belle speranze che nella scorsa stagione esordì in serie B il 23 marzo contro l’Ascoli, il ragazzo, che ha giocato sulla trequarti, è stato riscattato lo scorso giugno dai romani del Tor Tre Teste e oltre al gol ha offerto una buona prestazione. E sempre restando in ambito giovani, ci sono da segnalare il gol di Quarta, classe 2001, e l’ottima prova di Pierno sempre 2001 e del colombiano Vera, senza trascurare il gol di Dubickas e quello di Riccardi.
Quindi la semina della società giallorossa prosegue nel verso giusto.

Messi da parte i giovani evidenziamo con ottimismo il piglio della squadra giallorossa e la buona prova di Lapadula, esordio con gol, e poi il solito La Mantia che è ripartito da dove aveva lasciato, e cioè dal gol, da una doppietta e la ciliegina sulla torta è sempre lui: Falco che, in un tempo, segna un gol ed offre due assist vincenti, uno a Dubickas e l’altro a Riccardi. Queste le note positive.

Note negative, ma ci sembra cosa normale e per nulla allarmante visti i carichi di lavoro, le prime noie muscolari che stanno interessando Shakhov, e poi Mancosu al polpaccio, che ha deciso per un consulto in un centro romano, e Benzar che è uscito anzitempo durante la prima amichevole.

Tutto il resto, vista la caratura dell’avversario battuto e la sola settimana di lavoro alle spalle sarà da valutare in parte già dalla prossima amichevole di martedì pomeriggio con il ST. Georgen, squadra che milita in serie D anche se ancora si tratta solo di calcio di “luglio”, non possiamo nemmeno chiamarlo “calcio d’agosto”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*