Operaio in mare, ricerche sospese: si teme per le gru pericolanti

TARANTO- Mimmo Massaro, il giovane operaio precipitato dalla gru al siderurgico di Taranto durante la tempesta di mercoledì sera, è ancora in fondo al mare. Le ricerche sono sospese fino a quando non saranno messe in sicurezza le altre due gru pericolanti, colpite dalla tromba d’aria e a rischio crollo, come quella che ha trascinato a fondo il 31enne di Fragagnano. Si è in attesa della messa in sicurezza, che sarà effettuata da una ditta di Bologna.

Molto probabilmente, il corpo è già stato individuato e sarebbe sulla torretta, la parte più alta della gru, dove Massaro si era rifugiato dopo aver comunicato via radio con il collega avvisando che lì tremava tutto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*