Cronaca

Operaio in mare, ricerche sospese: si teme per le gru pericolanti

TARANTO- Mimmo Massaro, il giovane operaio precipitato dalla gru al siderurgico di Taranto durante la tempesta di mercoledì sera, è ancora in fondo al mare. Le ricerche sono sospese fino a quando non saranno messe in sicurezza le altre due gru pericolanti, colpite dalla tromba d’aria e a rischio crollo, come quella che ha trascinato a fondo il 31enne di Fragagnano. Si è in attesa della messa in sicurezza, che sarà effettuata da una ditta di Bologna.

Molto probabilmente, il corpo è già stato individuato e sarebbe sulla torretta, la parte più alta della gru, dove Massaro si era rifugiato dopo aver comunicato via radio con il collega avvisando che lì tremava tutto.

Articoli correlati

7 quintali di olio “sconosciuto”, sequestro e denunce

Redazione

Videosorveglianza: altri 12 occhi sulla città

Redazione

Pedofilia, l’ambasciatore nega: “Ho solo portato i bimbi alle giostre”

Redazione

L’albero di Natale prende fuoco: padre salva l’intera famiglia

Redazione

Spaccio di marijuana e cocaia, due arresti tra Monteroni e Melendugno

Redazione

‘Panìco’ di Tricase, la Regione non sanerà i debiti ma devierà i pazienti

Redazione