Cultura, sociale, identità: Ics premia i baluardi di questa terra

OTRANTO- L’Istituto di Cultura Salentina nasce come associazione di promozione sociale per valorizzare e potenziare la cultura e l’identità del Salento mettendo in collegamento artisti, letterati, studiosi, imprenditori. Per questo, al culmine dell’anno di attività in corso, assegna il premio internazionale ICS e altri riconoscimenti a chi, secondo il direttivo, li merita. Per il secondo anno consecutivo, il sindaco di Otranto ha deciso di ritagliare uno spazio dedicato alla cultura all’interno del programma della Sagra del centro storico per la festa dei Santi Pietro e Paolo. In Piazzetta dell’Immacolata, ospiti dei padroni di casa Annalaura Giannelli e Luciano Barbetta, presidente e vicepresidente dell’associazione, si sono susseguiti la presentazione del libro “Puglia – Viaggio nel Colore” di Enrica Simonetti e Nicola Amato – ADDA Editore” , il dibattito tra il Magnifico Rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara, e il dott. Luciano Barbetta con il conferimento a Zara del secondo premio Internazionale ICS, l’intervista a Paolo Pagliaro, fondatore e presidente di Cuore Amico Onlus, e a Mingo de Pasquale con la proiezione di uno spot sull’autismo. Tutti personaggi che hanno ricevuto un riconoscimento per l’impegno e il valore delle iniziative da ciascuno intraprese, che parlano di identità, di cultura, di sforzo per il sociale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*