Operazione Tornado: ecco i nomi dei coinvolti

SALENTO- Operazione Tornado dei carabinieri di Lecce: ecco i nomi dei coinvolti

Trentassette in tutto gli indagati.  19 persone in carcere e 11 ai domiciliari.

Giuseppe Amato, chiamato “Padreterno”, 63 anni, di Scorrano; Francesco Amato, detto “Checco”, 28 anni, di Scorrano; Daniele Antonazzo, 34 anni, di Supersano; Marco Cananiello, detto “Bravo”, 21 anni, di Maglie;
Andrea Carrisi, 30 anni, di Botrugno; Antonio De Cagna, detto “Chilla”, 47 anni, di Scorrano; Giovanni Umberto De Iaco, 21 anni, di Scorrano; Simone De Luca, detto “Smith”, 42 anni, di Maglie; Andrea Amato De Luca, 21 anni, originario di Scorrano; Marco De Vitis, 43 anni, di Supersano; Francesca Ferrandi, 26 anni, originaria di Scorrano e residente a Madone (in provincia di Bergamo); Massimiliano Filippo, chiamato “Cuoco”, 43 anni, di Scorrano;
Gloria Fracasso, detta “Bessy”, 47 anni, di Scorrano;Gianpiero Gallone, 28 anni, di Scorrano; Giuseppe Grasso, 50 anni, di Lecce; Hamid Hakim, 29 anni, di origini marocchine, ma residente a Madone (in provincia di Bergamo);
Luigi Antonio Maraschio, 54 anni, di Maglie; Salvatore Maraschio, detto “Totò”, 25, di Maglie; Andrea Marsella, 27 anni, di Maglie; Donato Mega, detto “Duccio”,  37 anni, di Scorrano; Simone Natali, 30 anni, di Scorrano; Matteo Peluso, 27 anni, di Scorrano; Giorgio Piccinno, detto “Bambi”, 30 anni, di Scorrano; Sarah Piccinno, 36 anni, di Scorrano; Luca Presicce, 26 anni, di Scorrano;Matteo Presicce, detto “Saulle”, 27 anni, di Scorrano;Giorgio Rausa, chiamato “Giorgino”, 24 anni, di Scorrano; Luigi Rausa, 45 anni, di Scorrano; Salvatore Rausa, detto “Pizzileo”, 31 anni, di Scorrano; Matteo Rizzo, detto “Penna” o “Pennetta”, 22 anni, di Scorrano; Daniele Rosato, 22 anni, di Scorrano; Luca Rosato, 24 anni, di Scorrano; Mirko Ruggeri, detto “Stromeberg”, 45 anni, di Scorrano; il sindaco Stefanelli, indagato; Franco Frisari Tamborino, 39 anni, di Maglie; Giovanni Verardi, detto “Briga”, 51 anni, di Scorrano; Matteo Zezza, 26 anni, di Scorrano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*