Truffa all’Inps: nei guai 34 falsi braccianti

doc cantina salice

BRINDISI- I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi, in collaborazione con il personale ispettivo dell’I.N.P.S., a conclusione di un’attività investigativa protrattasi per otto mesi hanno deferito in stato di libertà 34 falsi braccianti agricoli (tra cui 19 donne) e anche un 33enne di Brindisi, titolare e legale rappresentante di un’azienda operante nel settore agricolo. Stando a quanto emerso, quest’ultimo  con artifizi e raggiri, attraverso la produzione all’I.N.P.S., nella denuncia aziendale, di falsi contratti di affitto di terreni agricoli all’insaputa dei legittimi proprietari, ha   consentito agli indagati di conseguire indebitamente  il diritto a prestazioni previdenziali e assistenziali altrimenti non dovute, erogate dall’INPS, facendo altresì ottenere   una posizione assicurativa, finalizzata a garantire una futura pensione non spettante. La truffa ammonterebbe, per gli anni 2017-2018, a  circa 200mila Euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*