Caso Marianna Greco, oggi la riesumazione della salma

doc cantina salice

NOVOLI – A partire dalle 10 il cimitero di Novoli è stato chiuso al pubblico. Dopo la riapertura delle indagini sulla morte di Marianna Greco, oggi è il giorno della riesumazione della salma sulla quale, in tarda mattinata, è stato eseguito l’esame necroscopico condotto dal medico legale Roberto Vaglio e dal professore Francesco Introna. Il risultato è atteso nelle prossime ore.

Un passo indietro. Il 30 novembre di tre anni fa, a Novoli, la 37enne fu trovata senza vita nel suo letto. Quattro coltellate alla gola: si parlò di suicidio.

Nei giorni scorsi un colpo di scena che ha trasformato il caso in un giallo: al culmine della battaglia della famiglia, che sulla morte di Marianna vuole vederci chiaro, è stato iscritto sul registro degli indagati il marito, con l’accusa di omicidio volontario.  Si è trattato di un atto dovuto in vista della riesumazione del cadavere e della successiva autopsia, rilevato, come dichiarato dallo stesso pm, “che è assolutamente necessario, per fugare ogni dubbio in ordine alla dinamica degli accadimenti che hanno determinato il decesso, disporre nuovi accertamenti”. A difendere l’uomo sono gli avvocati Luigi Rella e Antonio De Mauro. L’indagato ha nominato un proprio consulente tecnico di parte.

Decisiva per riaprire le indagini, coordinate dal pm Stefania Mininni, la memoria difensiva presentata dagli avvocati della famiglia, Francesca Conte e Francesco Tobia Caputo, per conto dei genitori e della sorella della 37enne.Tra i documenti depositati anche una consulenza di parte del medico legale Giuseppe Fortuni.

Adesso non resta che attendere il responso della nuova autopsia, sarà quest’ultima a fare definitivamente chiarezza sul caso.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*