Cronaca

Sbarco all’alba, tutta Avetrana si mobilita per soccorrere i migranti

AVETRANA-Un’intera comunità si è mobilitata per loro, per garantire un pasto caldo e prima accoglienza nel campo sportivo di Avetrana: lo sbarco all’alba di 73 migranti pachistani a Torre Colimena non ha colto impreparato il comune tarantino. Due uomini di nazionalità ucraina sono stati fermati dai carabinieri per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: gli investigatori sono entrati anche in possesso di un video che ha consentito l’identificazione degli scafisti.

Il vicesindaco Alessandro Scarciglia ha raccontato di aver subito “comunicato di poterli accogliere temporaneamente all’interno del campo sportivo perché ci sono locali idonei e servizi igienici per tutti. Abbiamo poi provveduto immediatamente a fornire ai cittadini extracomunitari acqua, latte e pane. A darmi una mano è stato un consigliere comunale di opposizione, Emanuele Micelli. Ho chiesto aiuto a lui perché entrambi facciamo lo stesso lavoro, indossiamo una divisa – io da finanziere ed Emanuele da carabiniere – e sappiamo come comportarci dinanzi alle emergenze”.

 C’è chi ha offerto stoviglie, un ristoratore ha donato il pranzo, tanti cittadini hanno voluto fare la propria parte. I migranti sono stati poi condotti in strutture di accoglienza.

Articoli correlati

Terrore nel centro commerciale, rapinatori armati in gioielleria

Redazione

Tangenti, condannati a 5 anni giudice e avvocato

Redazione

“Assunzioni e contributi per favorire i mafiosi”: ai domiciliari l’ex vicesindaco di Sogliano

Redazione

Albania, via libera al Gasdotto Tap: “il punto d’approdo sarà San Foca”

Redazione

Assalto alla caserma dei Carabinieri Paolo VI

Redazione

Un CuoreAmico su due ruote: “Biciclettata di Beneficenza” a Copertino

Redazione