Scompensi cardiaci, medici in campo per la prevenzione diagnosticano un infarto

minerva

LECCE – La prevenzione al momento giusto: l’attimo che salva la vita. E’ successo stamane in piazza Sant’Oronzo, dove i cardiologi della ASL Lecce hanno diagnosticato un sospetto infarto in corso ad una donna, che è stata immediatamente ricoverata nell’UTIC del “Vito Fazzi”, dove in queste ore viene sottoposta agli esami e alle terapie più appropriati.  La donna, di circa sessant’anni, era in piazza come tanti per partecipare ad uno degli eventi legati alle Giornate Europee dello Scompenso cardiaco. Poco dopo la conferenza tenutasi nell’Open Space di Palazzo Carafa, si è sottoposta ad elettrocardiogramma e i medici del centro mobile hanno subito notato che c’era qualcosa che non andava, tecnicamente delle “alterazioni suggestive”, per cui hanno chiamato l’ambulanza per il trasferimento in Pronto Soccorso. Qui, gli esami del sangue hanno confermato il sospetto: infarto in atto. Un caso fortuito ha voluto che in piazza ci fossero i cardiologi del “Vito Fazzi “ e del Distretto di Lecce, assieme ai volontari di “Emergenza Salento”, impegnati in una campagna di informazione e prevenzione per sensibilizzare le persone, di ogni età, a seguire corretti stili di vita e prestare attenzione ai campanelli d’allarme che arrivano dal nostro corpo. Le prossime tappe della campagna di screening per scompenso cardiaco sono previste nel Distretto di Poggiardo, domenica 2 giugno (dalle 8 alle 12), e nell’area mercatale di Gallipoli, il prossimo 5 giugno (dalle 10 alle 12,30).

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*