Cronaca

Processo “Bunga Bunga”: tre anni e 6 mesi a entrambi gli imputati

PORTO CESAREO- Tre anni e sei mesi a entrambi gli imputati: è la condanna inflitta dal giudice Annalisa De Benedictis nel processo conosciuto come “Bunga bunga” e che riguarda l’inchiesta sul presunto voto di scambio durante la campagna elettorale del 2012 a Porto Cesareo e sul presunto giro di festini a luci rosse organizzati da alcuni candidati per ottenere voti. Gli imputati sono Antonio Greco, ex vice sindaco del comune di Porto Cesareo, e Cosimo Presicce, già assessore comunale. Secondo l’accusa, avrebbero ottenuto la promessa di voto da alcuni giovani elettori, offrendo in cambio le prestazioni sessuali di giovani ed avvenenti ragazze di nazionalità rumena. Greco, difeso dagli avvocati Riccardo Giannuzzi e ad Antonio Quinto, era candidato alla carica di consigliere comunale mentre Presicce, difeso dagli avvocati Luigi Rella e Giuseppe Romano, lo avrebbe “aiutato”.

Articoli correlati

Fine delle ricerche per Antonietta Arcuri, trovata morta la 76enne tarantina

Redazione

Racale, piromane colto in azione: arrestato

Redazione

ZES, preoccupazioni di Confindustria

Redazione

Movida e sicurezza estiva, vertice in prefettura

Redazione

Abbattuto il “bagolaro” di Specchia. Per salvarlo erano state raccolte oltre 22mila firme

Redazione

Precipita dalla scogliera, salvata una ventenne

Antonio Greco