Il Lecce è una fabbrica del gol

LECCE (di M.C.) – Il Lecce di Liverani è una fabbrica del gol e con 51 realizzati vanta il secondo attacco del campionato alle spalle della capolista Brescia che ne ha siglati 56.
Hanno fatto centro ben 12 calciatori e due di questi, La Mantia con 12 gol e Mancosu con 10, sono in doppia cifra, inoltre ne hanno siglati 8 Palombi, 6 Tabanelli, 5 Falco, 2 a testa Venuti, Scavone e Lucioni, ed 1 Fiamozzi, Arrigoni, Petriccione e Armellino poi ceduto a gennaio al Monza.
Quindi 3 difensori, 5 centrocampisti, 1 trequartista e 3 attaccanti manca solo un portiere per fare una formazione di tutto rispetto e lasciarne addirittura qualcuno in panchina.

Fabio Liverani, allenatore del Lecce (foto P.Pinto)

La squadra di Liverani è spettacolare, gioca il miglior calcio della serie cadetta, fatto di bei fraseggi, schemi, e concretezza ed ora si appresta al rush finale con tanta voglia, fantasia, e con la consapevolezza di poter fare male a tutti, anche se bisogna mantenere i piedi per terra perché questo torneo di B ha dimostrato che non c’è nulla di scontato e la classifica racchiude tutte le squadre in un fazzoletto di punti.

Prossimo ostacolo da superare è il Pescara di Pillon che domenica sera alle ore 21:00 calcherà l’erbetta del Via del Mare per provare a vincere e per per agganciare i giallorossi in classifica, arbitrerà il sig. Ros di Pordenone.

I delfini in 28 gare hanno totalizzato 45 punti, 3 in meno rispetto al Lecce. Hanno vinto 12 volte, pareggiato 9 pareggiate e perso 7 volte realizzando 40 gol e subendone 36. Nella prima parte della stagione erano più brillanti ma sono sicuramente una squadra attrezzata per disputare i playoff ed hanno tutte le carte in regola per fare il grande salto.

Lo scorso 5 novembre all’Adriatico terminò con la vittoria per 4 a 2 degli abruzzesi, tra le polemiche per due espulsioni, Meccariello e Calderoni, molto opinabili decise dall’arbitro di Avezzano Di Paolo; all’uno-due di Mancuso e Gravillon arrivò la risposta di Palombi e Tabanelli ma chiuse la gara la doppietta del giovane Del Sole nei minuti di recupero.

Voglia di rivincita e speranza di volare per il Lecce che con una vittoria potrebbe ricacciare indietro di 6 punti gli abruzzesi e continuare la corsa al vertice sognando il ritorno della massima serie.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*