Poli: “Per riunire il Centrodestra, il vincitore accetti il sondaggio”

minerva

LECCE – Yin e Yang, concetto di eterna rinascita dell’antica filosofia cinese, con il tricolore e un tocco di blu a richiamare la sua esperienza da europarlamentare. È questo il simbolo della lista targata Adriana Poli Bortone presentato nel pomeriggio in Piazza Sant’Oronzo, con al fianco l’onorevole Ugo Lisi. Al suo interno però la parola “sindaco” non c’è, come la lady di ferro aveva già anticipato. “Una scelta ponderata – ha spiegato la candidata delle Civiche Unite – per ribadire ancora una volta che sono aperta a confrontarmi con il vincitore delle primarie e gli altri due perdenti per individuare il percorso giusto per conseguire l’unità del Centrodestra e dunque vincere in prima battuta“. Strada che la Poli ha individuato in un sondaggio da affidare ad una società di rilievo nazionale. La sua posizione, in tal senso, è netta: “Se veramente si vuole ricompattare il Centrodestra e riportarlo al governo della città bisogna far prevalere il buon senso e accettare questo confronto. Su questo si dice fiduciosa.

Lo slogan della sua corsa recita così: “Torna la voglia di futuro“. Un futuro al quale la lady di ferro sente di poter dare un apporto fondamentale. “Non reputo di essere migliore degli altri – ha detto – ma ho di certo più esperienza e più saggezza. Il Centrodestra, in questi ultimi anni, non è stato in grado di creare una vera classe dirigente. Sento il dovere di spendermi per questo obiettivo. Alla sinistra dico invece che la partecipazione tanto sbandierata non consiste nel portare le persone in piazza e dar loro la sensazione di prendere parte ad un progetto. La chiave vincente è tutt’altra e si chiama cogestione“.

In chiusura l’elenco di alcuni dei punti focali della sua campagna elettorale, figli di un unico obiettivo: “Restituire luce ad una città ormai spenta – ha detto – tanto che a guardarne le strade vuote al mattino te scurisce lu core, come si suol dire in dialetto leccese“.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*