Ad Acquatina un workshop sul monitoraggio semplificato delle aree protette

FRIGOLE-  Volontari, studenti e dottorandi italiani e internazionali al workshop teorico-pratico “per il trasferimento di procedure di monitoraggio semplificato delle aree protette”, organizzato nell’ambito del progetto IMPRECO – Common strategies and best practices to IMprove the transnational PRotection of ECOsystem integrity and services, finanziato dal Programma Interreg Adrion 2014-2020 first call.

In mattinata, dopo l’intervento di presentazione a cura del responsabile scientifico del progetto IMPRECO Maurizio Pinna, ricercatore di Ecologia presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali, si sono svolti alcuni interventi sulle procedure di monitoraggio semplificato nelle aree protette, con particolare riferimento alla sito Natura2000 di Acquatina di Frigole e alle altre aree protette coinvolte nel progetto IMPRECO. Saranno quindi esposte le metodologie che si applicano ai macroinvertebrati bentonici, alla Pinna nobilis recentemente apparsa nella laguna di Acquatina, alle tartarughe marine che di recente hanno nidificato nelle spiagge del litorale di Lecce e alle specie ‘aliene’ sempre più comuni e invasive nel Mediterraneo. Nel pomeriggio, a seguire, prove pratiche in campo, con l’obiettivo di far conoscere tecniche e strumenti per il monitoraggio, l’identificazione e la segnalazione delle specie.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*