Una fiaccolata per i piccoli angeli tarantini: “Loro dovevano vivere”

TARANTO- In occasione del trigesimo di Giorgio Di Ponzio, strappato alla vita da un tumore, il 25 febbraio i tarantini ricorderanno, con una fiaccolata, tutte le vittime dell’inquinamento ambientale che Taranto piange da decenni, con un particolare pensiero alle più piccole. Sui manifesti sono stati infatti ritratti i volti sorridenti di 12 giovani vite strappate all’affetto dei propri genitori per ricordare a tutti che dietro ad un nome si cela un volto, una storia di dolore, un futuro spezzato. Si tratta di una manifestazione, o meglio di un funerale come afferma il padre di Giorgio, per smuovere tutte le coscienze e far sì che ci si possa mobilitare ancor prima che l’inquinamento possa uccidere ancora.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*