Suicida in carcere Michele Spagnuolo. Aveva ucciso la moglie a coltellate

TARANTO-Si è ucciso nella sua cella, nel carcere di Taranto, dove era detenuto, Michele Spagnuolo, il 78enne di Trepuzzi che il 16 luglio scorso aveva ucciso la moglie sordomuta, Teresa Russo, con 41 coltellate. L’uomo è stato trovato in cella nel pomeriggio e i tentativi di salvarlo sono stati inutili. Spagnuolo, che aveva ottenuto i domiciliari, a Novembre si era allontanato dall’abitazione del fratello a Talsano, ma era stato rintracciato poco dopo e quindi riportato in carcere. Era in attesa di giudizio. Il 20 marzo prossimo si sarebbe dovuto presentare dal giudice per il processo con rito abbreviato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*