Sciroccata, caschi rossi a dura prova: 30 interventi in 24 ore

SALENTO – Sono bastate 24 ore di allerta gialla (ossia di “ordinaria criticità”) in tutto il Salento, per il forte vento da sud-sud est, per mettere a dura prova i Vigili del fuoco. Nel Leccese soltanto nel corso della notte sono stati ben 12 gli interventi dei caschi rossi alle prese con lo scirocco. Nell’arco di 24 ore ben 30 gli interventi registrati. I caschi rossi sono intervenuti per rimuovere grossi arbusti sradicati e precipitati al suolo, invadendo la statale 101 Lecce-Gallipoli, e destando l’allarme tra i residenti di Nardò, Sannicola e Galatone, lì dove i tronchi hanno sfiorato abitazioni e attività commerciali. Danni contenuti e, fortunatamente, nessun ferito.

L’allarme è stato diramato dalla Protezione civile regionale per tutta la giornata di sabato e sino al mezzogiorno di domenica. Forti raffiche stanno sferzando da ore, attualmente in media la velocità è di 34 km/h. Il mare mosso ha sfiorato i tre metri di altezza.

A Ruffano cresce il rammarico per la statua bronzea della Vittoria alata che sormontava il Monumento ai Caduti di piazza IV Novembre e che nelle scorse ore non ha retto alle raffiche. Nelle stesse ore a Melissano un lungo albero di pino distruggeva una Fiat Grande Punto parcheggiata davanti l’abitazione della proprietaria su via Bianchi, per fortuna senza ferire nessuno.

La situazione dovrebbe migliorare nelle prossime ore. L’intensa sciroccata ha ormai le ore contate: secondo le previsioni starebbe infatti gradualmente entrando, già a partire dai settori settentrionali pugliesi, il fronte freddo. Atteso quindi un generale calo termico, soprattutto per quanto riguarda le temperature minime (tra 5° e 7° in meno rispetto ad oggi). Il ritorno alle temperature invernali sarà graduale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*