Psicologo e medico di base insieme? Si può

randstad 2

LECCE – “Lo psicologo nello studio del medico di base”. E’ questo l’argomento che è stato trattato dinanzi a 300 esperti del settore in un incontro durante il quale il Medico di Medicina Generale Antonio Antonaci ha cercato di sottolienare l’importanza di questa figura professionale, forse spesso sottovalutata.

Sì perchè come evidenziato in 18 mesi di prova presso il distretto sociosanitario di Galatina della Asl di Lecce, secondo l’esperto bisogna andare oltre le criticità, l’ “diffidenza, i pregiudizi, i luoghi ‘comuni’…in quanto lo psicologo a disposizione di tutti non è quello che ‘cura i pazzi’, ma è un professionista della salute, che può essere di notevolissimo supporto nell’attività di una moderna assistenza ‘di base’.

Da qui l’idea di Antonaci, come anche spiegato durante la sua relazione, di far proseguire di sua volontà e a sue spese l’utilizzo di questa figura professionale: “Per i risultati raggiunti -afferma- finiti i 18 mesi, facendo uno sforzo economico, ho voluto continuare ad essere affiancato, almeno una volta la settimana, dalla psicologa del progetto; in attesa e nella viva speranza che qualcosa si muova a livello istituzionale. Anche per non disperdere il risultato che concretamente si è cominciato a vedere dopo il 12esimo/ 13esimo mese, cioè quello di veder considerare, da parte dei miei assistiti, la presenza del professionista psicologo -conclude Antonaci- una risorsa dello studio, capace di fare, oggi, la differenza. Io ci credo”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*