Monete da due euro false, ecco come riconoscerle

LECCE – Attenzione al resto in monete, quello che spesso mettiamo in tasca senza neppure guardare, se abbiamo fretta, se dietro a pochi centimetri dalla cassa, abbiamo la fila di altri clienti. L’allarme non è nuovo, questa volta anche nel Salento sembra siano arrivati i falsi soldi in metallo.

Circolerebbero, infatti, sempre più monete da due euro false.

Per riconoscerle basterebbe, innanzitutto, vedere se sono attratte da una calamita, se si attaccano sono vere. I falsari, infatti non riescono a riprodurre il magnetismo, che la Zecca ottiene con un procedimento particolare e che serve a far riconoscere le monete dalle macchinette. Ma siccome, non tutti, andiamo in giro con una calamita in tasca, ci sono altre caratteristiche che ci aiuteranno a capire se si tratta di una moneta falsa. Intanto il colore della parte interna si presenta differente, sembra tendere più al “giallo” quello di falsi due euro. Non solo, sullo sfondo della moneta illegale sono visibili dei cerchi. Inoltre, sulla faccia che riporta il disegno dell’Europa,  la raffigurazione sembra essere meno in rilievo in quella non vera. E’ questa la nuova frontiera del falso, perchè le monete sono facili da commerciare, e perchè suscitano meno l’attenzione. Gemelle diverse, ma illegali.  Riconoscerle e non farsi imbrogliare, però, è possibile.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*